Home / Alimentazione / Cosa mangiare con i diverticoli? Ecco la guida sugli alimenti più adatti

Cosa mangiare con i diverticoli? Ecco la guida sugli alimenti più adatti

Cosa mangiare diverticoli intestinale dieta alimenti consigliati fibre

I diverticoli intestinali riguardano una problematica che affligge diversa gente e soprattutto dopo i 50 anni di età.

Si tratta di piccole estroflessioni della parete intestinale che si formano su tutta la sua lunghezza e che colpiscono spesso anche il tratto finale del colon.

Ma a cosa è dovuto un simile problema?

Alcuni esperti,tra le cause di questa patologia, ritrovano il cambiamento delle abitudini alimentari e la progressiva diminuzione dell’esercizio fisico.

C’è anche la predisposizione genetica da tenere presente, ma la loro formazione è prevalentemente legata ai fattori ambientali come un’alimentazione povera di fibre e l’assunzione di liquidi molto misera a cui si aggiunge uno stile di vita totalmente sedentario.

La presenza dei diverticoli non è di per sé un problema, nel senso che, la maggior parte delle volte non da disturbi.

Quando invece si raggiunge la vera e propria malattia diverticolare possiamo trovare diversi livelli di gravità.

Nella forma più lieve sono presenti dolori ad intermittenza sull’addome, irregolarità nelle feci e alternanza di periodi di stitichezza e diarrea.

Nella forma più grave, dove ritroviamo la vera e propria malattia diverticolare e quindi l’infiammazione dei diverticoli, andiamo incontro a delle complicazioni che possono portare ad una forma cronica di colite, cicatrici che ostruiscono l’intestino, ascessi, emorragia intestinale e così via.

Prima di arrivare alle complicanze gravi di cui abbiamo parlato, e quindi alla vera e propria malattia diverticolare, potremmo pensare di curare i diverticoli o addirittura prevenirli andando a comprendere cosa mangiare con i diverticoli e quindi a fare attenzione al cibo da ingerire

Cosa mangiare con i diverticoli?

Se i diverticoli non sono ancora formati o se sono già presenti e volete ridurre il rischio di infiammarli la domanda comune è: cosa mangiare con i diverticoli?

La risposta è molto semplice. Basta assumere molte fibre e bere molta acqua, almeno due litri al giorno.

Cosa mangiare con i diverticoli: le fibre

In sostanza le fibre sono la parte vegetale di un alimento, quella parte che il nostro corpo non assimila ma elimina attraverso le feci. Distinguiamo due tipi di fibre.

  • Le fibre solubili rallentano l’assorbimento dei carboidrati nel nostro corpo, mantengono la flora batterica intestinale e permettono al corpo di eliminare il colesterolo presente nei cibi.
  • Le fibre insolubili invece aumentano il volume e l’idratazione delle feci premettendo di velocizzare il transito per l’espulsione quindi aiutano a migliorare la funzionalità intestinale.

Cosa mangiare con i diverticoli: fibre insolubili

Sono le fibre insolubili quelle che aiutano più facilmente l’eliminazione delle feci e quindi la possibilità di non infiammare la mucosa intestinale e che di conseguenza permettono di ridurre la probabilità che nelle pareti intestinali si formano i diverticoli.

Cosa mangiare con i diverticoli: le quantità

Le fibre da introdurre nel nostro corpo, come apporto giornaliero, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, sono 15-20g ogni 1000 calorie assunte.

Queste quantità si possono raggiungere consumando circa 700 g di vegetali tra quelli con più alto contenuto di fibre insolubili come i cereali integrali, i legumi, le mandorle e così via.

Ecco alcuni degli alimenti con maggior contenuto di fibre

Le quantità sono intese su 100g di alimenti.

  • Pasta di semola integrale cruda con 6,4g
  • Riso integrale crudo con 1,9 g
  • Pere con 3,1 g
  • Fagioli con 17,5 g
  • Ceci con 5,8 g
  • Fave con 5 g
  • Mandorle con 12g
  • Soia con 11,9 g
  • Carciofi con 5,5 g
  • Cavoletti di Bruxelles con 5g
  • Broccoli con 3,3 g
  • Cavolfiori con 2,4 g

Ricordiamoci che il cibo va sempre masticato lentamente proprio per favorire il processo digestivo.

A proposito di ciò, in passato, a coloro che hanno i diverticoli si evitava di far assumere i semi proprio per paura che, se non ben masticati e digeriti, potessero andare a bloccarsi all’interno di un diverticolo portando poi ad una infiammazione.

Oggi, invece, questa evenienza non è supportata da evidenze scientifiche e quindi non è rilevante.

Cosa mangiare con i diverticoli: alimenti non consigliati

Gli alimenti con fibre dure e filamentose come i finocchi e i fagiolini non andrebbero consumati ma se li desiderate potete semplicemente consumarli sminuzzandoli o centrifugandoli.

Alcune bevande come gli alcolici e i superalcolici vanno a irritare la parete intestinale e per questo, assieme al caffè e il , vanno evitati.

Assolutamente da evitare anche le spezie piccanti come il pepe e il curry e sicuramente il peperoncino. Non consigliati sono anche gli insaccati, il salame e le salsicce e la mortadella.

Mentre le bevande gassate vanno evitate di sicuro perché provocano meteorismo.

Cosa mangiare con i diverticoli: attenzione!

Solo in caso di fase infiammatoria l’alimentazione deve essere completamente diversa.

In questi casi è più adatto un regime alimentare che comprende cibi facili da assimilare per il nostro corpo, e perciò, una dieta povera di fibre.

Secondo alcuni medici in questa fase infiammatoria le fibre vanno completamente eliminate.

Il nostro consiglio è comunque rivolgersi sempre ad un medico per capire cosa mangiare per guarire nel vostro caso specifico.

error: Content is protected !!