Home / Alimentazione / L’olio di colza, scopriamo insieme proprietà benefiche e effetti collaterali

L’olio di colza, scopriamo insieme proprietà benefiche e effetti collaterali

olio colza proprieta benefiche utilizzo benefici effetti collaterali

In questo articolo parleremo delle proprietà dell’olio di colza: è un olio che si estrae dai semi di una pianta omonima e viene utilizzato in diversi ambiti commerciali per il suo basso costo.

Quest’olio particolare, in passato, ha fatto sorgere dubbi sul suo utilizzo e sulla sua qualità a causa della presenza nella sua composizione di acido erucico.

Vediamo più da vicino le caratteristiche di quest’olio e la soluzione che è stata trovata per rendere più sano e quindi più sicuro da utilizzare questo prodotto.

Olio di colza: da premuto a pregiato

Mentre all’inizio del suo utilizzo si era venuta a creare forte preoccupazione, come abbiamo anticipatamente accennato, per la sua composizione, intorno agli anni ’70 sono state fatte alcune selezioni delle colture di quest’olio per ottenere un prodotto più sano.

In questo processo la ricerca è riuscita a creare e sintetizzare la canola: ovvero olio di colza a basso contenuto di acidi grassi saturi ed acido erucico, un’ottima scoperta e un’ottima scelta a basso costo per i consumatori.

Lente di ingrandimento sull’olio di colza

Cos’è quindi l‘olio di colza? Questo specifico olio è un olio di colza senza acido erucico, quindi non nocivo per la nostra salute. 

Com’è stato possibile selezionare questo genere particolare? Sottoponendo la pianta originale dell’olio di colza a radiazioni UV, così che le proprietà della pianta potessero mutare.

Ora il prodotto viene utilizzato più serenamente grazie a questa mutazione e selezione che ha portato a risultati soddisfacenti e sorprendenti.

Il valore commerciale dell’olio di colza ed i suoi utilizzi

In ambito commerciale l’olio di colza, (a volte definito anche di canola, anche se esistono molte differenze), viene utilizzato spesso come olio alimentare in tutto il mondo, insieme anche alla sua farina, fonte proteica importantissima, utilizzata soprattutto per i mangimi animali.

Ma vediamo più nello specifico i suoi campi principali di utilizzo:

  • Ambito alimentare, utilizzato specialmente per le fritture;
  • Mangimi animali;
  • Produzione di biodisel;
  • Utilizzo industriale;
  • Base per la produzione di margarine.

Proprietà positive e composizione dell’olio di colza

Vediamo più da vicino la composizione dell’olio di colza, nella varietà canola ovviamente:

  • Acido oleico;
  • Acido alfa-linolenico: fa parte dei cosiddetti grassi buoni, gli omega 3, che sono una fonte energetica importante per il nostro organismo grazie anche alle mille proprietà positive che possiedono;
  • Omega 6 in un valore proporzionale rispetto agli omega 3, fatto importante se si pensa che molti oli risultano nocivi per la nostra salute proprio a causa di questa mancata proporzione;
  • Tocoferoli, vitamina E: azione antiossidante;
  • Fitosteroli: proprietà antiossidanti e ipocolesterolemizzanti;
  • Clorofilla: proprietà antiossidanti.

Grazie a questa sua composizione particolare che lo differenzia dagli altri oli risulta una scelta ottimale nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, ovviamente come aggiunta ad una cura medica di base prescritta dal medico di fiducia.

Come hanno risolto l’impoverimento nutrizionale dell’olio di colza?

Così a colpo d’occhio sembra che l’olio di colza sia preferibile ai più comuni olio di oliva, olio di girasoli, etc.

Cosa avviene infatti all’olio di colza e perché è la scelta giusta?

Inizialmente, a causa dei processi di estrazione dell’olio stesso, venivano utilizzate sostanze chimiche ad alta temperatura e quindi la composizione basale si univa a sostanze indesiderate che impoverivano quest’olio che a livello nutrizionale possiede ottime proprietà.

Però, per evitare ciò, è stato inventato e adottato un nuovo metodo di spremitura che eviti i prodotti chimici e le alte temperature: l’olio viene spremuto a freddo, così la resa è decisamente più alta e non si vengono a perdere le proprietà positive a discapito di sostanze chimiche.

Come si presenta alla vista l’olio di colza?

Come si presenta ad un primo sguardo? L’olio di colza grezzo possiede solitamente un colore tendente all’ambrato ma, dopo la lavorazione, diventa di un giallo abbastanza limpido.

La ricerca avanza

La selezione delle varietà di colza non ha portato solo all’olio di canola ma le ricerche cercano di scovare prodotti sempre migliori, con una percentuale sempre inferiore di acido erucico, mentre al contrario, sono state appositamente selezionate varietà di olio di colza molto ricche di acido erucico per preparare lubrificanti, gomme, vernici, etc.

Olio di colza: possiamo fidarci del prodotto?

È importante conoscere l’olio di colza per evitare di incappare in fraintendimenti.

I problemi legati alla sua qualità e al suo essere un prodotto potenzialmente nocivo o meno sono stati risolti negli anni ’70 ma è giusto che i consumatori conoscano tutti gli ingredienti che vengano riportati nella confezione senza aver timore di ingerire un prodotto sconosciuto e potenzialmente nocivo.

L’olio di colza viene impiegato in vari ambiti alimentari proprio grazie alle sue grandi e numerose proprietà positive e le ricerche fanno in modo di trovare sempre e sempre di più le qualità migliori.

[Curioso di provare l’olio di colza? Acquistalo a prezzo scontato su Amazon!]

error: Content is protected !!