Home / Benessere / Alopecia maschile, quali sono le cause della caduta dei capelli nell’uomo?

Alopecia maschile, quali sono le cause della caduta dei capelli nell’uomo?

Caduta capelli uomo alopecia maschile cause rimedi soluzioni cure

Oggi tratteremo un tema particolare di cui abbiamo spesso sentito parlare senza però capire effettivamente cosa avviene quando si presenta questa patologia: la caduta dei capelli, specificatamente nell’uomo.

Definita anche come alopecia maschile, o androgenetica, colpisce circa l’80% della popolazione maschile diventando talvolta, a livello sociale, un disagio enorme da nascondere.

In questo articolo vi spiegheremo più approfonditamente cosa avviene quando si presenta questa patologia, i sintomi, le possibili cause e le cure che abbiamo a disposizione.

Le cause dell’alopecia maschile

Quali sono le cause principali?

Gli studi sono ancora in atto per cercare sempre più risposte riguardo questa patologia, ma vediamo quali sono le risposte che riusciamo già ad avere:

  • Patologie legate al sistema endocrino;
  • Definire questa patologia, banalmente, coma caduta dei capelli è erroneo: i capelli in realtà diventano più sottili e corti a causa del diidrotestosterone, un ormone che viene trasformato dalla 5-alfa-reduttasi di tipo II partendo dal testosterone;
  • Aumento dei livelli di androgeni;
  • Genetica.

Cosa succede ai capelli quando si presenta l’alopecia?

Come abbiamo detto anticipatamente la caduta dei capelli, chiamata anche alopecia o calvizie, non crea una vera e propria caduta dei capelli ma consiste in un indebolimento dei capillari sempre maggiore finché i capelli non diventano praticamente invisibili a occhio nudo, per questo motivo sembra che vengano persi e cadano.

Solitamente questo diradamento è localizzato nella zona della fronte o del vertice, inizialmente, sino al diradamento totale del capo.

Diagnosi

Per diagnosticare questa patologia si utilizzano diversi metodi e diverse procedure, vediamole più da vicino:

  • Sebometria: misura i livelli di sebo nella pelle;
  • Stress test: vengono tirati i capelli e si valuta la loro caduta in base allo stress a cui sono sottoposti;
  • Dermatoscopia: grazie ad uno strumento particolare, il dermascopio, si applica un liquido particolare nella zona interessata così che l’esperto, il dermatologo, possa vedere meglio e più precisamente le caratteristiche del derma;
  • Tricogramma: i capelli vengono sempre stressati attraverso uno strappo e, per questo motivo, bisogna evitare di lavarsi i capelli il giorno precedente;
  • Esami del sangue: molto importanti e utili per capire se ci siano o meno carenze di sali minerali, come il ferro, che possano indebolire il capello.

Trattamenti efficaci per la cura

La ricerca, per fortuna, risponde alle esigenze di chi è affetto da alopecia, ma ci teniamo a ricordare di non lasciare che questo problema pesi a causa del pensiero della società.

Se volete trovare una cura la scelta spetta a voi, ma non sarà il volume dei vostri capelli a cambiare chi siete, specialmente dentro di voi.

Detto ciò, vediamo quali sono le soluzioni differenti, sia farmacologiche che chirurgiche, che la medicina ci propone.

Farmaci

Ci sono vari farmaci in circolazione che millantano di poter curare questa patologia ma, per adesso, solo due farmaci sono stati approvati ufficialmente, e quindi sono i più sicuri da assumere:

  • Finasteride: viene assunto per via orale e impedisce al 5-alda-reduttasi di tipo II di trasformare il testosterone in  diidrotestosterone. É un farmaco particolare che, se prescritto, richiede una terapia a vita. I suoi effetti positivi sono oggettivamente riconosciuti ma, accanto ad essi, ci sono controindicazioni di cui tener conto quali depressione, impotenza, fibrosi del pene, diminuzione delle eiaculazioni, etc. Tutte le informazioni a riguardo sono nel foglietto illustrativo ma solitamente questi effetti negativi svaniscono con la sospensione del farmaco, per questo motivo parlate subito col vostro medico curante nel caso vi ritroviate in una sintomatologia;
  • Minoxidil: è un medicinale che va applicato direttamente sul cuoio capelluto. In generale la ricerca ha riscontrato risposte positive nei pazienti, soprattutto per quanto riguarda la zona del vertice. Spesso viene utilizzato anche in caso di ipertensione. Gli effetti collaterali più comuni, riportati nel foglietto illustrativo, sono: prurito, infiammazioni, ipotensione, eritemi, etc.

Chirurgia

La chirurgia è una soluzione alternativa a quella farmacologica, oppure va accompagnata alle medicine sopra indicate in caso di alopecia avanzata.

La tecnica maggiormente utilizzata e consigliata è l’autotrapianto di capelli ma  ricordatevi di acconsentire a questa pratica solo dopo esservi accertati di essere in mani sicure a livello di tecnica e igiene.

Superare l’alopecia

Parlate con un medico esperto che saprà trovare la soluzione più adatta in base allo stato di caduta dei vostri capelli, ma solo se l’alopecia sia effettivamente un problema per la vostra persona; non abbassatevi al volere della società o alle derisioni che ne potrebbero derivare.

In ogni caso, se decidete per un autotrapianto, affidatevi a mani esperte per essere sicuri di avere un risultato positivo sotto ogni punto di vista. Ricordate comunque che lo fate per stare bene con voi stessi.

error: Content is protected !!