Home / Benessere / Come lavarsi i denti? Piccoli e utili consigli per una corretta igiene orale

Come lavarsi i denti? Piccoli e utili consigli per una corretta igiene orale

come lavarsi denti guida consigli utili come fare errori

Lavarsi i denti è tanto un’abitudine quotidiana che conosciamo da una vita quanto un punto cardine non solo per l’estetica del sorriso ma anche, e soprattutto, per il benessere dentale e generale dell’organismo.

Per questo motivo lavarsi i denti in maniera corretta è fondamentale, ma non sempre viene praticato in modo giusto.

In questo articolo spiegheremo come ci si lava bene i denti, quali strumenti utilizzare e perché è importante farlo.

L’importanza di lavarsi (BENE!) i denti

Quando ci laviamo i denti, grazie all’utilizzo di strumenti adeguati, rimuoviamo lo strato di placca che inevitabilmente si forma, eliminando i batteri causa di carie, problemi ai denti e, talvolta, causa della loro caduta.

Strumenti indispensabili per lavarsi adeguatamente i denti

Ci sono alcuni strumenti ed oggetti utili, alcuni indispensabili, altri facoltativi, che sono importantissimi per la cura dei vostri denti, vediamoli più nello specifico.

Lo spazzolino

Lo spazzolino è lo strumento base di riferimento per la cura dei denti, insieme al dentifricio di cui parleremo subito dopo.

Ma ogni spazzolino è uguale e dona uguali risultati? Assolutamente no.

Come noi abbiamo bocche, denti e situazioni differenti, così ognuno avrà bisogno di spazzolini differenti per la cura dei propri denti.

Solitamente gli spazzolini consigliati sono di media durezza e in nylon, o altrimenti anche elettrici.

Ovviamente dipende da bocca a bocca e da denti a denti, uno di media durezza in caso di gengivite e ipersensibilità può essere controproducente.

Lo spazzolino va cambiato con regolarità, dopo circa 3 mesi, perché se le setole si rovinano lo spazzolino, per quanto sia di ottima qualità, perde la forma e l’operato non rende adeguatamente.

Va conservato in verticale e possibilmente non va coperto, così da evitare che crescano batteri.

Il dentifricio

Anche scegliere un buon dentifricio è importante: la tipologia consigliata è a base di fluoro, così che la placca venga adeguatamente rimossa, ma non va ingerito perché altrimenti potrebbe causare problemi indesiderati.

Il dentifricio rafforza anche lo smalto dei denti, per quanto ce ne siano anche di vari tipi per problemi differenti, come sensibilità, tartaro e cose simili.

Per questo motivo scegli quello adatto alla tua patologia e, ancora meglio, chiedi consiglio al tuo dentista.

Il filo interdentale

L’utilizzo del filo interdentale è consigliato ma non obbligatorio e serve, prima di lavarsi i denti, a rimuovere per bene i residui di cibo che possono essersi sedimentati tra i denti.

Usatelo con delicatezza per evitare di irritare in qualche modo la gengiva.

Il collutorio

Anche questo altro strumento non è obbligatorio ma sicuramente migliora l’igiene della bocca e dei denti.

Bisogna solo risciacquarsi la bocca evitando di ingoiarlo così da avere miglioramenti dopo pochi utilizzi.

Come bisogna lavarsi i denti? Tutti i passaggi

È importante non solo utilizzare strumenti adeguati ma anche utilizzare il metodo giusto per lavarsi i denti senza rovinarli:

  • Inumidisci lo spazzolino e aggiungi poco dentifricio;
  • Lo spazzolamento, che deve durare circa 2-3 minuti, deve essere breve, circolare o verticale (mai orizzontale!) senza tralasciare alcuna zona, come ad esempio ci incisivi che spesso sono vittime della carie;
  • Puoi anche pulire adeguatamente la lingua utilizzando le setole dello spazzolino ma vanno appoggiate in maniera delicata senza bisogno di strofinare, altrimenti la lingua ne risentirebbe;
  • Risciacqua la bocca con acqua e collutorio, se vuoi, e poi sputa il prodotto senza ingoiare;
  • Risciacqua lo spazzolino affinché tutti i batteri e i residui di dentifricio vadano via;
  • Lascialo in un posto in cui si possa asciugare facilmente così da evitare il sedimentarsi dei batteri.

Consigli utili ed abitudini da adottare

Ci sono alcune regole e buone abitudini da adottare per avere cura dei propri denti:

  • Se siete fuori casa e non avete modo di lavarvi i denti cercate almeno di dare alcuni risciacqui con acqua per rimuovere i residui di cibo più consistenti;
  • Se vi rendete conto che le vostre gengive sono molto sensibili, probabilmente soffrite della cosiddetta gengivite. Un dentista saprà darvi le indicazioni importanti per la cura dei denti evitando che incappiate in alito cattivo, caduta dei denti e, in casi peggiori, infezioni delle valvole cardiache. In caso di gengivite, avendo gengive sensibili inutile dirvi che lo spazzolino adatto alla vostra situazione richiede setole morbide;
  • Caffè, tea e vino possono rovinare lo smalto dei denti, bisogna evitare di eccedere e lavare sempre i denti dopo l’assunzione;
  • Non rimandate la visita dal dentista per la pulizia dei denti: è veloce, quasi indolore, ed è importante a livello benefico e, perché no, anche estetico.

Denti puliti e splendenti

Ora che avete questi segreti in mano, con l’aiuto dei nostri consigli e del parere del vostro dentista potrete prendervi cura dei vostri denti partendo da una buona pulizia con spazzolino e strumenti amici, che d’ora in poi saranno i vostri alleati.

error: Content is protected !!