Home / Benessere / Vene varicose: quali sono i sintomi? Ecco come curarle e prevenirle

Vene varicose: quali sono i sintomi? Ecco come curarle e prevenirle

Fastidiose, brutte da vedere, non le vorresti mai tra i piedi durante le vacanze estive.

No, non sono le suocere (ops, un luogo comune)!

Scherzi a parte, e da adesso in poi si torna seri, oggi parleremo dei primi sintomi che ci parlano della comparsa delle vene varicose.

Cosa sono le vene varicose?

Le vene varicose sono una patologia delle vene che, per via dell’elasticità e sottigliezza della loro parete, dilatandosi diventano visibili fino a diventare sopraelevate sulla superficie della pelle.

Sono un disturbo del sistema cardio circolatorio e nelle forme più lievi possono essere trattate con rimedi naturali e con delle buone regole base alla base di un corretto stile di vita, nei casi più gravi bisogna ricorrere a cure farmacologiche specifiche.

Sintomi delle vene varicose: quali sono?

Prima della loro effettiva comparsa in superficie, manifestandosi visivamente e al tatto talvolta, il nostro corpo ci invia segnali su qualcosa che non va a livello della microcircolazione negli arti inferiori.

In che modo il corpo ci avvisa? Inizialmente, e tendenzialmente a fine giornata, si iniziano ad avvertire dei formicolii o crampi con in aggiunta un rigonfiamento dei piedi (caviglie comprese) e la prima comparsa di alcuni “filamenti” tendenti al colore blu sottopelle.

Questo fenomeno accade quando la circolazione del sangue all’interno delle vene non è ottimale e la velocità con cui il sangue scorre è bassa.

La vena, per far tornare il sangue al cuore, deve esercitare una pressione uguale a quella della circolazione arteriosa ma, con la differente robustezza delle pareti (arterie molto più rigide delle vene), le vene in caso di rallentamento tenderanno a rigonfiarsi e sgonfiarsi ciclicamente.

Questo movimento “viziato” da una scorretta circolazione sanguigna porterà le pareti della vena a “rilassarsi” e perdere la vecchia elasticità dilatandosi e allungandosi giunta a cronicità dello scompenso circolatorio.

Fattori di rischio che porta alla comparsa delle vene varicose

Recenti studi hanno dimostrato che la comparsa delle vene varicose sono soggetti alla predisposizione genetica e che quindi, in soggetti maggiormente a rischio, la comparsa dei sintomi delle vene varicose è più frequente rispetto a coloro i quali non presentano predisposizione genetica.

Altro fattore di rischio è costituito dalla gravidanza che, per via dell’enorme stress che il corpo femminile sopporta durante la gestazione, provoca delle ricadute sulla circolazione sanguigna, provocando tra gli effetti collaterali anche una scorretta circolazione sanguigna agli arti inferiori e quindi una maggiore esposizione ai sintomi delle vene varicose.

Questo è accentuato nei mesi finali di gravidanza dove provata dalla fatica e dall’aumentato stress percepito dal corpo, piedi, caviglie e gambe si gonfiano per la maggior difficoltà della circolazione venosa a rifluire nel cuore.

L’obesità è un fattore di rischio importante dalle implicazioni simili alla gravidanza, incidendo negativamente sulla circolazione sanguigna.

Gli uomini non sono immuni ai sintomi delle vene varicose, infatti non è il sesso a predisporre alle vene varicose.

Ci sono delle professioni in cui il rischio di incorrere a sintomi di vene varicose è alto e possono essere quelli che richiedono molte ore nella posizione eretta, come i baristi, i vigili urbani, i commessi o ancora coloro che passano troppo tempo seduti come gli impiegati.

Come arginare i sintomi delle vene varicose?

Se stiamo avvertendo i segnali che il corpo ci sta inviando sulla comparsa delle vene varicose, possiamo prendere delle contromisure per attenuarne i sintomi.

Se siamo agli inizi dei sintomi delle vene varicose, utilizzare calze elastiche può esserci di grande aiuto.

Queste calze infatti hanno una costruzione e dei materiali adatti ad aiutare e facilitare la circolazione sanguigna applicando una pressione studiata al fine di stimolare la corretta circolazione sanguigna secondo cui la zona delle caviglie è quella più soggetta a pressione e man mano questa scende fino ad arrivare ad una pressione più bassa al livello del polpaccio e infine della coscia.

Questo dispositivo deve essere prescritto da un angiologo qualificato che sappia riconoscere il grado di gravità dei sintomi e valutare la tipologia di calze elastiche più adatta al tuo caso.

Nei casi più gravi purtroppo, quando veniamo troppo tardi a conoscenza dei sintomi delle vene varicose, bisogna passare al trattamento farmacologico, un’azione mirata al problema somministrando farmaci i cui principi attivi sono sostanze che migliorano sensibilmente la circolazione sanguigna a livello degli arti bassi.

Solitamente questi farmaci sono applicati sotto forma di creme, gel o impacchi sulla pelle e sono ad assorbimento.

Sempre tra i trattamenti farmacologici ma con modalità diverse troviamo l’iniezione sclerosante.

Si tratta di una iniezione per mezzo di siringa direttamente nella vena di una sostanza che occlude il capillare varicoso inducendo il flusso sanguigno a scorrere lungo le vene sane.

Tecnicamente sarebbe corretto parlare esclusivamente di capillari in quanto le iniezioni sclerosanti sono effettuabili solo e soltanto sui capillari per via del minimo impatto della loro occlusione sulla circolazione sanguigna.

Quando i sintomi delle vene varicose sono stati ignorati: la chirurgia

Nelle situazioni fortemente compromesse, in cui né i rimedi naturali, né le cure farmacologiche hanno dato i loro risultati, non resta altro che l’intervento chirurgico per la rimozione delle vene varicose tramite due incisioni, una sulla caviglia e una all’inguine da cui la vena danneggiata viene estratta.

Questa procedura è chiamata stripping.

In conclusione

Il corpo è un prodigio della natura e quando è in equilibrio tace armonicamente.

Non dimentichiamoci che ogni segnale, ogni fastidio è un messaggio da cogliere e come tutti, anche i sintomi delle vene varicose vanno tenuti in considerazione e richiedono una risposta rapida al problema.

La salute passa anche dalla cura di piccoli problemi, che come sappiamo, in un organismo così perfetto come quello umano, portano a scompensi ben peggiori.

Prevenzione con buona alimentazione, corretto abbigliamento ed esercizio fisico vi terranno al sicuro dai sintomi delle vene varicose.

error: Content is protected !!