Home / Diete / La dieta del latte funziona? Scopriamo i pro e i contro

La dieta del latte funziona? Scopriamo i pro e i contro

Oggi parleremo di un regime alimentare conosciuto da tempo che non smette mai di essere in voga tra le donne che vogliono ottenere una perdita di peso molto veloce in poco tempo.

Di quale regime alimentare stiamo parlando? Della dieta del latte.

Caratteristiche della dieta del latte

La dieta del latte è nata in Portogallo e ha preso piede poi in tutto il mondo perché promette alle donne che la seguono, e anche agli uomini, di perdere fino a 5 kg in otto giorni.

Protagonista di questo regime alimentare è, ovviamente, il latte, grande fonte di proteine e di calcio, utile per il benessere delle nostre ossa.

Non solo: a quanto pare, secondo alcuni studiosi portoghesi, il latte è la chiave per dimagrire.

In realtà i kg persi son dovuti proprio alle ristrettezze esagerate di questo regime alimentare che permette di assumere solo latte accompagnato da un po’ di frutta, carne e pesce, ovviamente magri.

Durata della dieta del latte

Questa dieta, essendo così restrittiva, ipocalorica, non equilibrata e monotona non può essere protratta per più di 7-8 giorni.

Questa dieta fast viene seguita, infatti, in caso di esigenza di perdere peso in veramente pochissimo tempo. 

Ciò non garantisce il suo mantenimento in assenza di equilibrio ed educazione alimentare.

Basi della dieta del latte

Come abbiamo già detto, alla base di questo regime alimentare ovviamente c’è il latte, affiancato poi da alcune tipologie di frutta e altre fonti proteiche quali carne e pesce.

Quindi, i carboidrati, quindi, sono da eliminare completamente, facendo mancare al corpo un macronutriente essenziale e una fonte energetica importante.

Tra le tipologie di frutta consigliate troviamo l’arancia o la frutta ricca di acqua ma vanno categoricamente vietate le mele.

È consigliato bere almeno 2 litri di acqua al giorno per mantenere il corpo idratato, così da stimolare la diuresi ed eliminare scorie e tossine in eccesso.

Per aumentare l’azione drenante si consiglia di assumere anche più volte al giorno un po’ di tea verde, altamente energizzante. L’importante è assumerlo senza alcuna aggiunta di zucchero o miele, alimenti totalmente vietati.

Se volete addolcirlo, come per il latte, usate al massimo il dolcificante.

Per quanto riguarda la carne non ci sono preferenze sulla tipologia: cercate tagli magri che possono essere sia carni bianche che carni rosse.

Il latte fa bene o fa male?

Negli ultimi anni molte persone hanno messo in dubbio i benefici del latte, affermando che in realtà porti a così tante complicazioni da non valerne la pena l’assunzione, altri invece, come i promotori di questa dieta, pensano che il latte sia un alimento proteico essenziale per tutto l’organismo:

  • Fa bene alle ossa, utile soprattutto per rimarginare fratture;
  • Fa bene anche per la nostra pelle e la rigenerazione cellulare: pensate che addirittura Cleopatra, da sempre simbolo di grande bellezza, vi faceva il bagno dentro! Un metodo diverso per sfruttare i benefici dell’alimento.

È anche vero che molte persone, soprattutto negli ultimi anni, si stanno scoprendo allergiche o fortemente intolleranti a tutti i latticini e quindi una dieta del latte, o anche la sua assunzione in minima parte, può far star male l’individuo e creargli disagi sociali.

Dieta consigliata?

Assolutamente no.

Questa dieta, oltre che dare indicazioni sul suo svolgimento è come se, tra le righe, dicesse anche ciò che ha intrinsecamente di sbagliato:

  • È monotona perché l’alimento principale che viene assunto è il latte, questo porta le persone a stancarsi facilmente e rischiano di buttarsi, poi, su alimenti che desiderano, magari grassi e poco salutari, innescando un incremento di peso;
  • Non è equilibrata perché non c’è una divisione adeguata dei macronutrienti essenziali per l’organismo ed il corpo rischia di essere sottoposto ad uno stress fisico e mentale esagerato che crea stanchezza cronica e astenia;
  • Non dona alcuna educazione alimentare e quindi una volta che avrete perso in maniera faticosa questi kg potreste riacquistarli innescando l’effetto yoyo, destabilizzando maggiormente il fisico.

Far riferimento alla dieta fai da te conviene?

Il fai da te, riguardo i regimi alimentari, non è mai consigliato.

La perdita di peso, di massa grassa quindi, dipende da vari fattori soggettivi, quali età, peso, altezza, situazione fisica, etc.

Solo un esperto di alimentazione, come un nutrizionista, un dietologo o anche un dietista può costruire sulla vostra persona una dieta dimagrante sana ed equilibrata che magari non vi permetterà di perdere molto peso in poco tempo, ma agendo lentamente sul vostro metabolismo e organismo vi donerà un mantenimento grazie all’educazione alimentare acquisita.

E quindi magari perderete sempre 5 kg ma diluiti in vari mesi e sarete sicuramente più in forma rispetto a coloro che, seguendo la dieta del latte, perdono 5 kg in una settimana e li riacquistano in tempi esigui.

Quindi a voi la scelta.

error: Content is protected !!