Home / Diete / Dieta priva di scorie: scopri quando devi farla, cosa devi mangiare e cosa devi evitare

Dieta priva di scorie: scopri quando devi farla, cosa devi mangiare e cosa devi evitare

Dieta priva di scorie quali cibi mangiare evitare quanto dura

Oggi parliamo di una dieta consigliata in casi particolari il cui obiettivo principale è liberare l’organismo dalle scorie seguendo un regime alimentare con basso apporto di fibre: la dieta priva di scorie.

Vieta l’assunzione di molti alimenti ed essendo così restrittiva non può protrarsi nel tempo.

Quando è consigliata questa dieta?

Quando si parla di dieta povera scorie si intende un regime alimentare che viene specificatamente prescritto da un medico prima di effettuare determinati esami medici, come la colonscopia, o per prepararsi ad un intervento chirurgico.

L’obiettivo che si prefigge è pulire e depurare completamente il nostro organismo e per questo bisogna seguire regole ferree.

Caratteri principali della dieta

Se si vuole, o di deve, seguire precisamente questa dieta sappiate che ci sono degli alimenti da evitare:

  • Le scorie si trovano nelle porzioni di cibo che di solito buttiamo; semi e bucce, ad esempio, sono difficili da digerire e quindi tendono a restare più a lungo nell’intestino;
  • Vanno evitate tutte le verdure, la frutta, cruda o cotta, e i carboidrati con grassi idrogenati;
  • I piatti composti e pesanti, elaborati, con molte salse e condimenti, come pasta ripiena o lasagne, sono totalmente vietati;
  • Infine vanno eliminati dal proprio regime alimentare i cibi con elevato potere osmotico, come marmellate, dolci, gelati e cioccolato.

Altri consigli necessari da seguire per portare a termine in modo corretto questa dieta sono i seguenti:

  • Sostituire il latte con lo yogurt;
  • Bere una quantità elevata di acqua, al di sopra dei 2 litri giornalieri consigliati di solito, per compensare la carenza che può crearsi vista la mancanza, nel regime alimentare, di frutta e verdura;
  • Controllare le etichette con riportata la composizione del prodotto per assicurarsi che non contengano più di 1g per porzione di fibre;
  • Le fibre vanno eliminate completamente in una fase iniziale, per poi reintegrarle piano piano evitando semi e bucce.

Alimenti consigliati

Non tutto il male vien per nuocere, questa dieta è restrittiva ma ha durata breve ed è finalizzata al raggiungimento di una situazione fisica ideale in vista di interventi o esami diagnostici, quindi bisogna stringere i denti e focalizzarsi sui lati positivi, come gli alimenti consigliati.

Gli alimenti più consigliati sono quelli con le percentuali minori di scorie,ad esempio fette biscottate, crackers, pasta,riso, latte e formaggi magri.

Non solo, anche gli alimenti ricchi di proteine come il pollo, il prosciutto crudo e il merluzzo sono permessi nel regime alimentare senza problemi.

I condimenti in generale non sono consigliati fatta eccezione per l‘olio d’oliva, così da donare più gusto alle vostre pietanze nel rispetto della dieta.

Per quanto riguarda i cereali, sono permessi solo quelli non integrali perché contengono poche fibre.

Tempistiche e durata della dieta

Questo regime alimentare restrittivo ha breve durata, da uno a sette giorni, in base all’intervento o all’esame diagnostico che dovrete affrontare.

Ma non preoccupatevi, permetterà di pulire e depurare il vostro intestino perfettamente,evitando infiammazioni e rendendo più facile il lavoro che i medici andranno a compiere, e da questo avete tutto da guadagnare!

Controindicazioni della dieta senza scorie

Ci sono però delle controindicazioni di cui tener conto che possono gravare sullo stato di salute.

Essendo una dieta restrittiva che toglie al corpo alimenti utili per l’apporto calorico ed il benessere dell’organismo, il suo protrarsi a lungo nel tempo causerebbe una carenza importante di sali minerali, vitamine ed energia che non solo creerebbe astenia ma stancherebbe tutto il corpo rendendolo una preda facile per problemi ben più seri.

Non seguitela assolutamente se il vostro unico obiettivo è la perdita di peso, non è la soluzione giusta per voi: non solo è un regime alimentare tremendamente restrittivo e non vi permetterebbe di portare avanti uno stile di vita sano e attivo, ma toglie proprio le fibre, che sono uno degli alimenti utili in una dieta perché danno senso di sazietà.

Integratori da associare

Vista la natura ipocalorica della dieta, vengono spesso consigliati alcuni integratori perché è vero che il corpo deve rimanere pulito e depurarsi in vista di un esame medico, ma, proprio per questo motivo, deve arrivare forte e non debilitato per affrontarlo al meglio, soprattutto se si parla di un intervento.

Vengono consigliati gli integratori di:

  • Vitamina C, per rafforzare il sistema immunitario;
  • Carotenoidi;
  • Vitamina K;
  • Acido folico;
  • Sali minerali: soprattutto magnesio e potassio che, in caso di preparazione alla colonscopia, rischiano di essere carenti;
  • Probiotici non fibrosi: un aiuto importante per la flora batterica.

Dieta giustificata

La dieta priva di scorie è una dieta che potremmo definire giustificata: la sua natura restrittiva e ipocalorica è finalizzata al raggiungimento di risultati positivi dal punto di vista medico, non è un regime alimentare finalizzato ad un’ingente perdita di peso senza alcuna educazione alimentare.

In vista di un esame diagnostico o intervento chirurgico, seguitela correttamente per affrontare al meglio questo importante avvenimento e… in bocca al lupo!

error: Content is protected !!