Templates by BIGtheme NET
Home / Sport e Fitness / Correre fa dimagrire? Scopri se è vero e le regole da seguire durante la corsa

Correre fa dimagrire? Scopri se è vero e le regole da seguire durante la corsa

Correre fa dimagrire, regole, errori, velocita, andamento

Correre fa dimagrire? Chiunque è portato a dire che è così e a questo parere ci associamo anche noi. Ma non basta correre per dimagrire, serve farlo nella maniera giusta e seguendo delle regole basilari che di seguito di presenteremo.

Uno dei concetti più stravolti nel mondo del benessere e del fitness è quello di bruciare grassi e/o perdere grasso. Diversificando queste due affermazioni, simili ma diametralmente opposti, saremo già a buon punto per la conoscenza di nuovi metodi per raggiungere i nostri obiettivi. Quando corriamo noi non bruciamo grasso ma bruciamo carboidrati e grasso per la produzione dell’energia cinetica. Per dimagrire davvero bisogna bruciare più calorie di quante se ne assumono.

Vogliamo bruciare grassi o carboidrati? Dipende dalla velocità

Il fattore della velocità è la bilancia di quello che sarà il risultato che vogliamo ottenere e tutto si focalizza su questo aspetto. Se nel nostro allenamento intensifichiamo l’andatura, andremo a bruciare il carburante più “pronto” in quel momento, i carboidrati. Se invece vogliamo bruciare i grassi imposteremo l’andatura dell’allenamento in blanda e prolungata nel tempo. Questo basterebbe a dimagrire? NO!

Correre in maniera blanda e a lungo è fine a se stesso se la spesa calorica è insufficiente per annullare le calorie assunte. Bisogna “forzare” la propria performance ed elevare quella che è l’andatura e allo stesso tempo la durata della corsa. Per bruciare calorie efficacemente bisogna tenere alta la frequenza cardiaca per un tempo prolungato.

Per fare alcuni esempi, un atleta allenato che pratica corsa a livello agonistico corre 20 chilometri in un’ora bruciando ben 1200 calorie, mentre un dilettante sempre in un’ora corre solo 10 chilometri bruciando solo 600 calorie. Per poter raggiungere il dispendio energetico dell’atleta agonistico bisognerebbe correre per due ore, e in questi casi il nostro organismo brucerà i grassi.

Per dimagrire correndo bisogna associare una corretta alimentazione per poter garantire all’organismo un equilibrio nutrizionale che non comprometta il lavoro svolto in allenamento. Tenere sotto controllo il quantitativo di carboidrati assunti è importante perché un eccesso di carboidrati, ove questi siano al livello massimo per il fabbisogno dell’organismo, si trasformano in tessuto di riserva, il grasso.

Per dimagrire bisogna sudare?

Il dimagrimento frutto di sudorazione è solo illusione e frutto della disidratazione e perdita di liquidi. Nelle 24 ore successive l’allenamento questo peso viene completamente reintegrato attraverso l’acqua e i Sali minerali.

Come iniziare da zero: correre fa dimagrire

La prima cosa che un neofita deve individuare è la velocità che gli consente di coprire la maggior distanza in base alle sue condizioni fisiche e ovviamente, al tempo a disposizione. Conoscere la propria soglia è stimolante perché è l’indice di miglioramento della propria performance.

La seconda pratica consigliata all’inizio è l’alternanza tra corsa e camminata per non affaticarsi eccessivamente e permettere al corpo un recupero senza fermarsi e far precipitare le pulsazioni cardiache.

La terza buona prassi per bruciare più calorie è variare la velocità su distanze brevi che possono variare dai 200 ai 400 metri. Un’alternanza di corsa veloce e corsa blanda al fine di abituare il corpo alla resistenza e alla potenza aerobica senza portare sotto stress l’organismo.

Il quarto passo è la corsa a passo lento cioè la corsa alla velocità più bassa che si possa sostenere: in questo modo il nostro organismo brucerà i grassi. Il neofita correndo a passo lento, potrà alternare per pochi secondi ogni chilometro un’andatura più veloce che, per il cambio di ritmo, aumenterà esponenzialmente il numero di calorie bruciate (basti pensare all’atleta agonistico, riesce ogni chilometro a cambiare ritmo anche per un minuto a chilometro).

Correre fa dimagrire? Sì, con semplici e chiare regole che devi seguire per migliorare l’efficienza del tuo allenamento.

Non sprecherai tempo e fatica per nulla, seguendo le regole che abbiamo descritto supererai i tuoi limiti, migliorerai la tua forma fisica, aumenterai la resistenza, migliorerai la salute del tuo cuore, attiverai il metabolismo e quindi in generale, perderai peso.

Riassumendo, ciò che da neofita della corsa dovrai fare, sono questi semplici e fondamentali passi:

  • Correndo piano brucerai più grassi, correndo a velocità più elevate il tuo organismo ti chiederà “benzina fresca” e quindi brucerà solo carboidrati;
  • Sudare tanto non significa niente, anzi può essere pericoloso se non ti idrati a dovere: il dimagrimento dovuto al sudore è fittizio ed è dovuto alla perdita di liquidi. Recupererai il tuo peso in meno di 24 ore senza aver realmente ottenuto nulla;
  • Trova la tua andatura, che ti permetta di percorrere più strada possibile. All’inizio alterna corsa e cammino per ottimizzare il recupero senza perdere la frequenza cardiaca, vero motore del tuo allenamento.
  • Allenati con buon senso, comprendi il tuo limite e focalizzati su quello per superare i tuoi limiti e tener conto dei tuoi miglioramenti;
  • Aumenta la tua resistenza alternando diverse andature: è un vero “moltiplicatore” di calorie bruciate e migliorerai sensibilmente la tua resistenza aerobica;
  • Mangia bene, sano e non esagerare con i carboidrati! Esagerare con i carboidrati significa andare a creare nuovo grasso che con tanta fatica hai bruciato. Mangia troppo e male e non avrai sufficiente forza per allenarti.

Con queste regole siamo pronti per iniziare, le giornate migliorano, le ore di luce aumentano e la primavera si avvicina: un paradiso per i runners, benvenuto a bordo!

error: Content is protected !!